Undici valori

La UEFA lavora seguendo undici valori fondanti – undici proprio come i componenti di una squadra di calcio.

Il Presidente della UEFA Michel Platini ha presentato gli undici valori durante il suo discorso ai rappresentanti delle federazioni affiliate alla UEFA, ai delegati della famiglia calcistica e agli ospiti del XXXIII Congresso Ordinario UEFA a Copenhagen, Danimarca, nel marzo del 2009.

Ognuno degli undici valori fondanti dovrebbe servire come base delle future attività UEFA e del dialogo, a nome del calcio europeo, con il mondo politico, economico, sociale e sportivo. La crescita del calcio di base, una maggiore solidarietà e la difesa dell'identità e dell'anima essenziale di questo sport, a tutti i livelli, sono gli aspetti più importanti del lavoro dell'organo di governo del calcio europeo.

Nell’ambito degli undici valori, la UEFA si impegna a tutelare i giovani, e in particolare i minorenni, poiché i trasfrimenti all’estero dei giovani implicano rischi e responsabilità morali. Inoltre, si impegna a proteggere l'integrità dello sport da fenomeni negativi come il calcioscommesse, la corruzione e le combine, incaricandosi di un'adeguata organizzazione delle competizioni UEFA per preservare lo spirito autentico di questo sport.

La UEFA ritiene che le misure di fair play finanziario possano dare maggiore stabilità al calcio per club e mettere fine all'indisciplina e agli eccessi che hanno danneggiato lo sport e hanno messo a repentaglio l'esistenza di molti club. Tra i suoi valori vi è l'impegno a proteggere le competizioni sportive e i club stessi.

Un altro valore della UEFA è il mantenimento dell'equilibrio tra calcio per nazionali e per club, considerati complementari. Inoltre, in tutto l'ambiente calcistico deve prelavere un clima di rispetto: rispetto per lo sport, l'integrità, la diversità, la dignità, la salute dei giocatori, le regole, gli arbitri, gli avversari e i tifosi, senza tolleranza alcuna per il razzismo, la violenza e il doping.

Infine, tra i valori principali, la UEFA si impegna a difendere la specificità dello sport, così come il modello europeo basato su promozione e retrocessione, principio di solidarietà, competizioni aperte e opportunità per tutti.

  • 1

    Calcio in primo piano

    In ogni cosa che facciamo, il calcio deve essere sempre il primo e più importante elemento da tenere in considerazione. Il calcio è gioco prima che prodotto, sport prima di mercato, spettacolo prima di business.

  • 2

    Struttura piramidale e sussidiarietà

    A livello internazionale ed europeo, l'autonomia dello sport si riflette nella struttura piramidale del calcio. FIFA, UEFA e federazioni nazionali lavorano a braccetto, rispettando il principio di sussidiarietà. Ciò ci permette di difendere gli interessi del calcio nel modo migliore.

  • 3

    Unità e leadership

    La UEFA non opera attraverso dettami. Continueremo a dimostrare una forte leadership ma opereremo in uno spirito di consenso. Oltre alle federazioni nazionali, coinvolgeremo tutti i portatori di interessi (leghe, club, giocatori) nel processo decisionale del calcio europeo, in particolar modo attraverso il Consiglio Strategico del Calcio Professionistico, in modo tale che il Comitato Esecutivo possa prendere le decisioni più giuste. Cercheremo anche maggiori rapporti con i tifosi, senza cui non ci sarebbe il calcio professionistico.

  • 4

    Buon governo e autonomia

    La UEFA e le federazioni affiliate si impegnano al buon governo. Ciò significa apertura, democrazia, trasparenza e responsabilità. Con questo spirito, la UEFA difende l'autonomia della struttura sportiva, affinché gli organi del calcio – con le federazioni in prima fila – saranno quelli che effettivamente prenderanno le decisioni che riguardano il mondo del calcio, senza interferenze da parte dei governi.

  • 5

    Calcio di base e solidarietà

    Questo sport si basa sul calcio di base, giocato ovunque da uomini e donne, ragazzi e ragazze. Il massimo livello professionistico è solo la punta dell'iceberg. La UEFA continuerà, rafforzando il suo impegno per la solidarietà, sia a proteggere il futuro del calcio che a distribuire i più grandi benefici che questo sport porta alla società nel suo intero. E sempre perché la forza di questo sporto è nel calcio di base che dobbiamo preservare l'identità locale, regionale e nazionale del gioco, sempre seguendo la legge.

  • 6

    Protezione dei giovani e istruzione

    Come organo di governo del calcio europeo, la UEFA ha sia una responsabilità sportiva che morale. I trasferimenti internazionali dei minori portano a molti rischi. Non dimentichiamo che i calciatori sotto i 18 anni sono bambini o teenager. Vogliamo proteggere il futuro dei bambini nel calcio e impedire che vengano portati via dalle loro radici per andare in altri paesi quando sono troppo giovani.

  • 7

    Integrità dello sport e scommesse

    Le scommesse sono una fonte di entrate ma anche un rischio per il calcio, specialmente per l'integrità delle competizioni. E' giusto che il calcio ottenga la sua giusta fetta di entrate dalle scommesse. Però, il nostro primo obiettivo deve continuare ad essere un totale impegno a proteggere l'integrità dello sport e lo svolgimento appropriato delle competizioni, per mantenere il vero spirito del nostro sport.

  • 8

    Fair play finanziario e regolarità delle competizioni

    La UEFA sostiene il fair play sia sul campo che fuori. Il fair play finanziario significa che i club devono operare trasparentemente e responsabilmente, per proteggere la competizione sportiva e gli stessi club. Il fair play finanziario significa che i club non devono entrare in una spirale di debiti per competere con gli avversari invece che competere utilizzando i propri mezzi, come le risorse che generano.

  • 9

    Nazionali e club

    Il calcio a livello di nazionale e di club è un elemento vitale e complementare del calcio. La UEFA continuerà ad impegnarsi affinché questo equilibrio venga mantenuto e anche rafforzato, perché lo sviluppo del gioco a livello nazionale, europeo e internazionale dipende da questo.

  • 10

    Rispetto

    Il rispetto è un principio fondamentale del calcio. Il rispetto per il gioco, l'integrità, la diversità, la dignità, la salute dei giocatori, le regole, gli arbitri, gli avversari e i tifosi. Il nostro messaggio è chiaro: tolleranza zero contro razzismo, violenza e doping. Il calcio unisce le persone e supera le differenze. Il colore della pelle non si vede sotto una maglia da calcio e per la UEFA sarà sempre così. Sul campo e sugli spalti. Il calcio deve essere un esempio.

  • 11

    Il modello sportivo europeo e la specificità dello sport

    La UEFA è un organo europeo e restiamo quindi legati al modello sportivo europeo, un modello caratterizzato da promozioni e retrocessioni, principi di solidarietà, competizione aperta e possibilità per tutti. Questo è ciò che lo sport – e specialmente il calcio – rappresenta. Dobbiamo proteggere questo modello perché lo sport non è semplicemente un business come altri e non possiamo permettere che venga trattato come tale. Continueremo a difendere la specificità dello sport e siamo certi che le nostre ragioni prevarranno per il bene del calcio.