UEFA EURO 2016 ha incrementato l'economia francese di oltre 1,2 miliardi di euro

UEFA EURO 2016 è stato senza alcun dubbio un successo per l'economia francese, che ha ricevuto oltre 1,2 miliardi di euro di introiti dai visitatori accorsi per seguire la competizione.

©Getty Images

Le 13 città che ospiteranno le partite di UEFA EURO 2020 potrebbero ricevere una spinta economica notevole come accaduto all'economia francese in occasione di UEFA EURO 2016. Uno studio, infatti, ha rivelato che i Campionati Europei dell'estate scorsa hanno portato un aumento dell'economia francese di oltre 1,2 miliardi di euro.

La relazione, realizzata congiuntamente dal Centre for Sports Law and Economy (CDES) di Limoges e dall'agenzia KENEO, ha scoperto che l'impatto delle squadre partecipanti e dei diversi staff, insieme all'arrivo di oltre 613.000 visitatori, ha portato alle casse francesi circa 1,22 miliardi di euro.

“Non c'è alcun dubbio che ospitare un UEFA EURO sia un enorme vantaggio finanziario per qualsiasi nazione", ha detto il CEO di UEFA Events SA, Martin Kallen, nonché direttore della competizione a UEFA EURO 2016.

“UEFA EURO 2016 ha dimostrato che i tifosi si spostano in massa per seguire la propria nazionale. I dati della relazione hanno dimostrato quanto il denaro speso in occasione della competizione abbia aiutato l'economia locale", ha aggiunto.

La competizione della scorsa estate ha visto per la prima volta la partecipazione di 24 squadre. I visitatori stranieri sono rimasti in Francia in media 7,9 giorni e hanno speso una media di 154 euro al giorno. Il totale speso dai visitatori che si sono fermati nella nazione che ha ospitato UEFA EURO 2016 è stato di 625,8 milioni di euro.

L'evento è stato senza alcun dubbio un successo per la Francia dal punto di vista economico. I benefit finanziari hanno cancellato senza alcun problema i 200 milioni di euro di denaro pubblico spesi per rendere la Francia pronta ad ospitare la competizione.

Jacques Lambert, presidente di UEFA EURO 2016 SAS, ha detto che le entrate derivanti dall'ospitare la competizione hanno superato di gran lunga i costi iniziali.

“I grandi eventi sportivi possono essere costosi in termini di investimenti, ma per la nazione ospitante ci sono sia benefici diretti che indiretti. È stato infatti dimostrato che eventi come questi hanno un impatto positivo dal punto di vista economico", ha detto.

UEFA EURO 2020, invece, adotterà un formato diverso per celebrare il 60° anniversario dal primo Campionato Europeo risalente al 1960. La competizione, infatti, si svolgerà in 13 città di tutta Europa, e in questa maniera tantissimi tifosi avranno la possibilità di seguire le migliori nazionali europee.

“È un bene per l'Europa il poter valorizzare la diversità nel calcio. Questa competizione darà risalto all'amicizia tra i popoli e dimostrerà che non vi sono barriere tra nord e sud, tra est ed ovest", ha detto il presidente UEFA, Aleksander Čeferin.

UEFA EURO 2020 ha già segnato il primo traguardo con la presentazione dei loghi delle 13 città ospitanti, il cui ultimo logo è stato presentato dalla città di San Pietroburgo il 19 gennaio.

“Sarà un torneo speciale”, ha detto il presidente Čeferin, che ha poi aggiunto: “sarà un vero e proprio festival dell'amicizia”.