Quattro club sanzionati per debiti

La camera di giudizio dell'Organo di Controllo Finanziario dei Club (CFCB) ha emesso le sentenze relative a FK Ekranas, CFR 1907 Cluj, FC Astra Giurgiu e Bursaspor.

©UEFA.com

La camera di giudizio dell'Organo di Controllo Finanziario dei Club (CFCB) della UEFA, presieduta da José Narciso da Cunha Rodrigues, ha emesso le sentenze relative a quattro club deferiti dal capoinvestigatore CFCB per debiti insoluti.

Le sentenze del CFCB sono le seguenti:

FK Ekranas (LTU): il club è escluso dalla partecipazione alla prossima competizione UEFA alla quale dovesse qualificarsi nelle prossime due stagioni (2015/16 e 2016/17). Inoltre, la società ha ricevuto una sanzione di €15.000.

CFR 1907 Cluj (ROU): il club è escluso dalla partecipazione alla prossima competizione UEFA alla quale dovesse qualificarsi nelle prossime tre stagioni (2015/16 e 2016/17 e 2017/18) a meno che dimostri entro il 31 gennaio 2015 che i debiti identificati il 30 settembre 2014 siano stati saldati. Inoltre, la società ha ricevuto una sanzione di €150.000.

FC Astra Giurgiu (ROU): il club è escluso dalla partecipazione alla prossima competizione UEFA alla quale dovesse qualificarsi nelle prossime tre stagioni (2015/16 e 2016/17 e 2017/18) a meno che dimostri entro il 31 gennaio 2015 che i debiti identificati il 30 settembre 2014 siano stati saldati. Inoltre, la società ha ricevuto una sanzione di €100.000.

Bursaspor (TUR): l'esclusione (poi sospesa) imposta nel 2012 dal Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) entra in vigore. Pertanto, il Bursaspor è escluso dalla partecipazione alla prossima competizione UEFA alla quale dovesse qualificarsi nelle prossime quattro stagioni (2015/16, 2016/17, 2017/18 e 2018/19).

La camera di giudizio CFCB ha imposto al Bursaspor l'esclusione per un'ulteriore stagione nelle prossime quattro in cui dovesse qualificarsi (2015/16, 2016/17, 2017/18 e 2018/19) a meno che dimostri entro il 31 gennaio 2015 che i debiti identificati il 30 settembre 2014 siano stati saldati.

Inoltre, la società ha ricevuto una sanzione di €100.000, la metà della quale è sospesa e verrà applicata solo se, entro la suddetta scadenza, il club non  dimostrerà di aver saldato i debiti.