Tre società rispettano il concordato

Hull City, Panathinaikos e Sporting hanno rispettato le clausole del concordato con l'Organo UEFA di Controllo Finanziario dei Club, mentre il Galatasaray è stato rinviato in camera aggiudicativa.

Three clubs exit settlement agreement with CFCB
Three clubs exit settlement agreement with CFCB ©UEFA

La camera investigativa dell'Organo UEFA di Controllo Finanziario dei Club (CFCB), guidata dall'ispettore capo Yves Leterme, ha comunicato un aggiornamento sulle società Hull City (Inghilterra), Panathinaikos (Grecia) e Sporting CP (Portugal), che nel 2015 avevano accettato un concordato relativo al fair play finanziario. I tre club hanno rispettato le clausole dell'accordo, che dunque può considerarsi concluso.

La camera investigativa ha deciso di rinviare il caso del Galatasaray (Turchia) alla camera aggiudicativa del CFCB poiché il club non ha rispettato il criterio del pareggio di bilancio durante il periodo di monitoraggio della stagione 2015/16. L'organo prenderà una decisione e la comunicherà entro fine febbraio.

La camera investigativa continua a monitorare i club che hanno precedentemente accettato un concordato, soprattutto in relazione al pareggio di bilancio nella stagione 2015/16: Hapoel Tel-Aviv (Israele), Ruch Chorzów (Polonia), Rostov (Russia) e Kardemir Karabükspor (Turchia). Maggiori informazioni sui club verranno diffuse entro marzo.