We care about football

Programma per la Leadership Femminile UEFA

rate galleryrate photo
1/0
counter
  • loading...

Calendario

La crescita inesorabile del calcio femminile ha portato a una più grande partecipazione delle donne nel processo decisionale del calcio europeo. Di conseguenza, un nuovo progetto - il Programma per la Leadership Femminile UEFA (WFLP) - è stato lanciato.

La UEFA sta rispondendo al feedback delle sue federazioni affiliate. Di conseguenza, l'organo di governo del calcio europeo si è messo in moto per creare uno specifico programma di leadership dedicato alle donne impegnate nelle federazioni affiliate alla UEFA.

Sempre più donne ricoprono ruoli di leadership nel calcio. Al più alto livello europeo, Karen Espelund (Norvegia) è presidente della Commissione Calcio Femminile UEFA. In ogni caso i numeri dicono che ancora poche donne occupano posizioni di leadership nelle varie federazioni nazionali. Lo scopo del WFLP è di accelerare la crescita della loro presenza.

"Eguaglianza e integrazione sono entrambe essenziali per lo sviluppo del lavoro nel calcio", ha dichiarato Espelund -. Il calcio è cresciuto molto negli ultimi anni, ma c'è ancora un'evidente carenza di donne nelle posizioni di alto livello. Deve essere fatto ancora molto per cambiare prospettiva e aumentare le possibilità".

"Il programma per la leadership femminile UEFA, che partirà quest'anno, ha adottato un approccio innovativo nell'individuare e nello sviluppare potenziali leader donne nelle 55 federazioni nazionali affiliate per aiutarle a scalare le posizioni".

Il programma WFLP riguarda le donne che lavorano nel calcio, non necessariamente nel settore del calcio femminile.

Il programma punta ad individuare i singoli che hanno il potenziale per diventare leader, e lo schema li aiuterà a sviluppare le doti appropriate. Inoltre, le donne che già occupano posizioni di rilievo, avranno ulteriore sostegno nel loro ruolo.

"La UEFA, attraverso il suo nuovo programma di leadership femminile, si sta concentrando sulla crescita del numero delle donne che occupano posizioni di rilievo nel calcio - ha dichiarato il Segretario Generale UEFA ad interim Theodore Theodoridis -. Questo è un importante programma di sviluppo a lungo termine, e valuterà l'esperienza femminile all'interno delle 55 federazioni affiliate alla UEFA per assicurarsi che le doti di leadership vengano riconosciute, valorizzate e utilizzate all'interno della famiglia del calcio europeo".