Donazione UEFA da €100.000 al CICR

Per il 10° anno consecutivo la UEFA donerà al CICR un assegno da 100.000 euro per aiutare le vittime delle mine antiuomo in Afghanistan. Il difensore del Real Madrid CF Sergio Ramos presenterà la donazione prima dell'incontro di UEFA Champions League contro l'SSC Napoli.

©UEFA.com

009 - Sergio Ramos consegna l'assegno che aiuterà i programmi di riabilitazione in Afghanistan

La UEFA mercoledì donerà per il decimo anno consecutivo un assegno in favore delle vittime delle mine antiuomo in Afghanistan. La donazione di 100.000 euro sarà devoluta al Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) attraverso il difensore del Real Madrid CF Sergio Ramos.

"Voglio rendere omaggio al CICR che lavora senza sosta per aiutare le vittime delle mine antiuomo, molte delle quali sono bambini. Il loro programma in Afghanistan, che è attivo da diversi anni, dimostra che il calcio è in grado di dare speranza in momenti davvero difficili", ha detto il presidente UEFA, Aleksander Čeferin.

"Sono felice che la UEFA possa aiutare questa causa, e che il nostro sport abbia un impatto positivo sul processo di riabilitazione di così tante persone in un paese così tormentato come l'Afghanistan", ha aggiunto.

La donazione supporta il programma di riabilitazione del CICR per le vittime delle mine antiuomo e per altre persone con disabilità in Afghanistan – fornendo arti artificiali, fisioterapia, formazione professionale e accesso alla squadra di calcio del centro riabilitativo. Circa un terzo dei pazienti sono bambini.

Sergio Ramos donerà l'assegno prima dell'andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League tra la sua squadra e l'SSC Napoli al Santiago Bernabéu di Madrid del 15 febbraio.

"Le persone che beneficiano del programma CICR in Afghanistan sono d'ispirazione per noi. Ci donano un esempio su come approcciarsi alla vita in modo positivo nonostante i problemi che affrontano ogni giorno", ha detto il difensore del Real Madrid CF.

Sergio Ramos è stato scelto per consegnare l'assegno poiché ha ricevuto il maggior numero di voti nelle votazioni della Squadra dell'Anno di UEFA.com pubblicata a gennaio. Lo spagnolo ha aggiunto che è "un privilegio" essere "una motivazione" per così tante persone.

"Loro non smettono di sognare, ma lottano ogni giorno per trasformare i sogni in realtà. In quanto modelli di riferimento in questo sport, è un vero privilegio per noi calciatori poter essere una motivazione e un aiuto nella loro quotidianità", ha ammesso.

Nel corso della collaborazione quasi ventennale, la UEFA ha donato oltre 3,5 milioni di euro al CICR per aiutare le persone svantaggiate di tutto il mondo. La Squadra del'Anno 2016 di UEFA.com ha ricevuto oltre 7 milioni di voti. Per ulteriori informazioni sul premio, è possibile visitare il sito en.toty.uefa.com.