L'era della responsabilità sociale

La Federcalcio portoghese sta rinforzando il suo lavoro sulla responsabilità sociale attraverso una serie di iniziative tra cui una in particolare per promuovere il valore del rispetto nel calcio.

©FPF

Le attività della Federcalcio portoghese al di fuori dal rettangolo di gioco possono anche non raccogliere nuovamente titoli in prima pagina come la conquista di EURO 2016, ma uno dei più grandi cambiamenti della federazione negli ultimi otto mesi è stata l'attenzione dedicata al lavoro sulla responsabilità sociale e la creazione di un dipartimento di Relazioni Pubbliche e Responsabilità Sociale.

Una delle prime iniziative di questo nuovo dipartimento ha visto la collaborazione dell'Unione Calciatori Professionisti del Portogallo e dell'Associazione degli Arbitri Portoghesi in una campagna per promuovere il valore del rispetto nelle calcio attraverso lo slogan 'In campo giochiamo tutti lo stesso gioco'.

Si è lavorato molto in maniera costruttiva per combattere la discriminazione di tutti i tipi. Inoltre la federazione, col contributo di allenatori e giocatori delle nazionali maschili e femminili, sostiene importanti cause come la lotta alle violenze domestiche e gli abusi sui minori, e la sua presenza è tangibile nella comunità locale.

La Federcalcio portoghese ha anche lanciato un workshop per arbitri non udenti, ed è anche molto vicina ai bambini delle comunità di recupero che per motivi finanziari o sociali non sono in grado di avere una casa sicura e adeguata.

L'articolo è stato pubblicato su UEFA Direct 165