Montenegro

MontenegroFedercalcio Montenegrina

We care about football

Montenegro, scommessa per il futuro

Il Montenegro, entrato a far parte della UEFA solo nel 2007, ha dato i natali a numerosi campioni ed è una grande promessa per le future campagne di qualificazione.
Montenegro, scommessa per il futuro
Stevan Jovetić (Montenegro) ©AFP/Getty Images

Montenegro, scommessa per il futuro

Il Montenegro, entrato a far parte della UEFA solo nel 2007, ha dato i natali a numerosi campioni ed è una grande promessa per le future campagne di qualificazione.

L'8 marzo 1931, nella storica capitale montenegrina di Cetinje, veniva fondata la Federazione Calcio Cetinje. L'organizzazione faceva capo alla Federcalcio jugoslava e affiancava altri nove organi calcistici di supervisione nel Regno di Jugoslavia.

Tra la data di fondazione e l'inizio della Seconda Guerra Mondiale, in Montenegro vennero registrate 105 squadre. Delle cinque che hanno vinto il campionato fino al 1941, solo tre continuano d esistere: l'FK Budućnost Podgorica, l'FK Arsenal (di Tivat) ed l'FK Lovćen (di Cetinje). Il Lovćen, nato nel 1913, è una delle squadre più antiche dei Balcani.

La fine del conflitto mondiale favorì un cambiamento perché gli amministratori del calcio del Montenegro, il paese più piccolo della Repubblica Federale Socialista di Jugoslavia, fondarono un consiglio locale il 5 agosto 1945. Il consiglio divenne Federcalcio del Montenegro (Fudbalski savez Crne Gore – FSCG) il 6 dicembre 1948. La federazione continuò a operare sotto la più ampia autorità della Federcalcio jugoslava.

Dopo aver vinto il campionato del 1946 davanti a Lovćen, FK Sutjeska (di Niksic) e Arsenal, il Budućnost Podgorica partecipò alla prima edizione postbellica della massima divisione jugoslava nel 1946/47. Il Budućnost sarebbe stato la squadra montenegrina di maggior successo nell'era jugoslava e arrivò volte alla finale di Coppa di Jugoslavia, perdendo nel 1965 contro l'NK Dinamo Zagreb (2-1) e contro l'HNK Hajduk Split (2-0) nel 1977. L'unica altra squadra montenegrina della massima serie era il Sutjeska che, come il Budućnost, approdò alla Coppa UEFA Intertoto qualche anno più tardi.

Le squadre del Montenegro, in particolare il Budućnost, sono state più famose per aver esportato giovani campioni nei più importanti club jugoslavi. Tra questi, Dejan Savićević e Predrag Mijatović. Savićević ha vinto due Coppe dei Campioni (con l'FK Crvena Zvezda nel 1991 e con l'AC Milan nel 1994), mentre Mijatović ha segnato il gol decisivo nella finale di UEFA Champions League 1998 che ha restituito il titolo al Real Madrid CF dopo 32 anni di attesa. Altri giocatori cresciuti nel Budućnost sono stati Branko Rašović, Zoran Filipović, Ante Miročević, Branko e Dragoljub Brnović, Dragoje Leković e Željko Petrović.

Dopo il crollo della Repubblica Federale Socialista, il Montenegro è entrato a far parte della Repubblica Federale di Jugoslavia, prima che la federazione venisse sostituita dalla Federazione di Serbia e Montenegro. In questo periodo, altre squadre montenegrine hanno potuto cimentarsi nella massima serie e l'FK Zeta ha riscosso i maggiori successi. La formazione di Golubovci è approdata al secondo turno di qualificazione di Coppa UEFA nel 2005, mentre nel 2006 ha partecipato alla Coppa UEFA Intertoto. Lo Zeta è stato anche la prima squadra campione del Montenegro indipendente dopo il referendum per l'autonomia, vincendo il campionato 2006/07 a 12 squadre sotto l'egida della nuova Federcalcio del Montenegro (FSCG). Il 26 gennaio e il 29 maggio 2007, la nazione è entrata a far parte della UEFA e della FIFA rispettivamente.

Tra le due date, il Montenegro ha esordito a livello internazionale con l'amichevole vinta 2-1 contro l'Ungheria il 24 marzo 2007. La squadra, allenata da Zoran Filipović, si è imposta grazie alle reti di Mirko Vučinić e Igor Burzanović. La nazionale ha esordito a livello ufficiale nella gara di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA contro la Bulgaria, giocata a Podgorica il 6 settembre 2008 e pareggiata 2-2. La prima vittoria ufficiale è stata il 2-1 casalingo contro la Georgia del 10 ottobre 2009. Con una formazione dotata di talenti come Mirko Vučinić e Stevan Jovetić, il Montenegro ha raggiunto gli spareggi per UEFA EURO 2012. Nonostante l'eliminazione per mano della Repubblica ceca, la squadra balcanica è una sicura promessa, come dimostra anche il terzo posto centrato nel girone di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA 2014.

http://it.uefa.com/member-associations/association=mne/news/newsid=947892.html#montenegro+scommessa+futuro

Vai in cima alla pagina  

Presidente

 

Dejan Savićević

Dejan Savićević

Nazionalità: Montenegrina
Data di nascita:
15 settembre 1966
Presidente della federazione dal: 2004

• Tra i più grandi giocatori nella storia del calcio montenegrino, Dejan Savićević ha mosso i primi passi nell'FK Budućnost Podgorica, ma si è messo in luce conquistando la Coppa dei Campioni 1990/91 con l'FK Crvena zvezda. Trasferitosi all'AC Milan, è andato a segno nel 4-0 rossonero ai danni dell'FC Barcelona nella finale di UEFA Champions League 1993/94.

• Terminata la carriera da giocatore con l'FK Austria Wien, il 56 volte nazionale ha allenato la Serbia e Montenegro dal 2001 al 2003 ed è stato eletto presidente della Federcalcio montenegrina (FSCG) nel 2004, ottenendo l'affiliazione del Montenegro alla FIFA e alla UEFA come nazione indipendente nel 2007.

• Savićević ha dichiarato: "Ascolterò sempre i club, i giocatori e gli allenatori, ma pretendo rispetto delle regole e del fair play. Questa è la mia priorità a livello nazionale. Savićević è stato rieletto nel luglio 2013.

Segretario generale

 

Momir Djurdjevac

Momir Djurdjevac

Nazionalità: montenegrina
Data di nascita: 5 aprile 1962
Segretario generale dal: 2001

• Momir Djurdjevac si è laureato all'Università di Scienze Politiche di Sarajevo - ramo giornalismo - nel 1986.

• Dal 1987 al 2001, ha lavorato per la televisione nazionale montenegrina (RTCG) per poi diventare segretario generale della Federcalcio di Montenegro (FSCG) che all'epoca faceva ancora parte della federazione di Serbia e Montenegro.

• E' membro della Commissione UEFA Media. "Come nazione calcistica piccola e giovane, siamo ancora nella fase di sviluppo del calcio - spiega Djurdjevac -. Ma stiamo andando nella giusta direzione facendo grandi passi avanti, aiutando i club a migliorare le infrastrutture e offrendo alle nostre nazionali il miglior sostegno possibile".

Info Federazione

  • Fondato: 1931
  • Affiliazione UEFA: 2007
  • Affiliazione FIFA: 2007
  • Indirizzo: Ulica "19. decembra" 13 81000 PODGORICA
  • Telefono: +382 20 445 609
  • Fax: +382 20 445 640

Coefficienti club per paese

PaeseSquadreP.ti
41LettoniaLettonia0/46.125
42ERJ MacedoniaERJ Macedonia0/45.625
43MontenegroMontenegro0/35.375
44EstoniaEstonia0/45.250
45ArmeniaArmenia0/45.125
Ultimo aggiornamento: 07/12/2016 08:39 CET

Palmarès delle Nazionali

Nessun titolo vinto

Competizioni nazionali

Prima Divisione Montenegrina 2016/17

SquadreGP.ti
1FK Budućnost Podgorica2751
2FK Mladost Podgorica2747
3FK Dečić2745
4FK Zeta *2742
5FK Sutjeska2742
6OFK Grbalj2738
7OFK Petrovac2736
8FK Iskra2736
9FK Rudar Pljevlja2734
10FK Lovćen *2728
11FK Bokelj2727
12FK Jedinstvo Bijelo Polje2711
* FK Zeta: 3 punto(i) di penalizzazione
* FK Lovćen: 3 punto(i) di penalizzazione
Ultimo aggiornamento: 22/04/2017 19:32 CET