Romania

RomaniaFedercalcio Romena

We care about football

Romania carattere e volontà

Il calcio rumeno ha una storia movimentata, ma anche una grande tradizione e un notevole seguito.
Romania carattere e volontà
Il Ct della Romania Anghel Iordănescu viene festeggiato dopo il successo 3-2 contro l'Argentina al secondo turno della Coppa del Mondo FIFA 1994 ©Bob Thomas/Getty Images

Romania carattere e volontà

Il calcio rumeno ha una storia movimentata, ma anche una grande tradizione e un notevole seguito.

Difficile dire quando il calcio fa la sua apparizione in Romania. Alcuni dicono il 1889, altri il 1893, ma nessuno con certezza. Con la natura frammentata del paese e dei territori circostanti a cavallo fra l’ottocento e il novecento, non ci si sorprende a scoprire che la maggior parte dei primi calciatori fossero stranieri, tedeschi e inglesi in particolare.

Nell’ottobre del 1904 nasce il primo club rumeno, l’Olimpia Sport Club, fondato dal tedesco Charles Viereck. Nel 1909 tre squadre formano l’Associazione delle Società Atletiche Rumene (ASAR). L’anno successivo nasce la Coppa ASAR, antenata dell’attuale campionato rumeno.

Dopo la prima guerra mondiale e l’unificazione delle province rumene, anche il calcio si organizza. Ma il primo campionato nasce solo nel 1932. La prima Coppa di Romania viene giocata nella stagione 1933/34.

Prima della riorganizzazione nazionale, la Federcalcio rumena (FRFA), costituita nel febbraio del 1930, spiana la strada alla partecipazione alla prima Coppa del Mondo FIFA. L’anno dopo, al Congresso FIFA di Budapest, la FRFA viene ammessa come membro di diritto FIFA. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, con un regime comunista al potere, l’organo dirigente del calcio rumeno non ha facoltà di agire autonomamente e subisce un numerosi cambi al vertice.

La Romania diventa anche, nel 1954, paese fondatore della UEFA ma in circostanze particolari. Non avendo ricevuto il visto per entrare in Svizzera e partecipare al Congresso di Basilea, i funzionari rumeni delegano il loro voto ai rappresentanti cecoslovacchi. Nel luglio del 1957 nasce la Federaţia Română de Fotbal (FRF), ma le prime elezioni da organo indipendente vengono organizzate solo ad agosto del 1990. Nell’occasione viene eletto presidente Mircea Sandu che resterà in carica per ben 24 anni, fino all'elezione di Razvan Burleanu a marzo del 2014.

La nazionale gioca la sua prima partita nel giugno del 1922 a Belgrado contro la Jugoslavia. E la vince, 2-1, sollevando così la Coppa Re Alessandro. Il record di gol segnati è di Gheorghe Hagi (35), mentre dei giocatori ancora in attività il maggior numero di reti è di Adrian Mutu ha chiuso il 2012 a quota 34 centri. L'ex centrocampista Dorinel Munteanu detiene invece il record di presenze internazionali - 134. 

Nei grandi tornei internazionali, i migliori risultati per la Romania sono i quarti di finale raggiunti nella Coppa del Mondo 1994 - con Hagi a trascinare la squadra - e agli Europei UEFA del 2000. Successo in sei occasioni nell’ex Coppa dei Balcani per nazioni. UEFA EURO 2016 è l'ultima volta in cui la Romania si qualifica per la fase finale, mentre i Mondiali mancano dal 1998.

Negli ultimi dieci anni, il Futsal è cresciuto in continuazione come testimoniano le partecipazioni a UEFA Futsal EURO nel 2007, 2012 e 2014. Lo stesso si può dire per il calcio femminile con la nazionale arrivata per la prima agli spareggi di UEFA Women’s EURO nel 2016.

A livello di club è l’FC Steaua Bucuresti il club più titolato, addirittura vincitore della Coppa dei Campioni 1986 - battuto in finale l'FC Barcelona - e della Supercoppa UEFA. Lo Steaua, che ha anche perso una finale di Coppa dei Campioni nel 1989, è la squadra che ha partecipato con maggiore regolarità alla UEFA Champions League, ma anche CFR 1907 Cluj e FC Unirea Urziceni hanno preso parte alla fase a gironi. Come la Steaua, sia FC Dinamo Bucureşti e FC Universitatea Craiova sono altre squadre della Liga 1 che vantano semifinali europee sul proprio curriculum.

Nonostante Steaua, Dinamo e FC Rapid Bucureşti abbiano dominato, le squadre di Bucarest affrontano ora squadre più competitive come Cluj (tre campionati e tre coppe), FC Petrolul Ploiesti (una coppa), Unirea, SC Vaslui e FC Oţelul Galaţi. Negli ultimi anni FC Astra Giurgiu e FC Viitorul si sono inserite tra le grandi in campionato. Quando lo Steaua ha vinto il campionato nel 2014 e 2015, l'FC Astra Giurgiu si è aggiudicato coppa e supercoppa nel 2014. Mentre la Dinamo sta cercando di ritrovare il suo vecchio lustro, il Rapid è attualmente in quarta divisione, e lo Steaua prova a riprendere lo scettro nazionale dopo che l'FC Astra ha vinto campionato e supercoppa nel 2016.

http://it.uefa.com/member-associations/association=rou/news/newsid=947912.html#romania+carattere+volonta

Vai in cima alla pagina  

Presidente

 

Răzvan Burleanu

Răzvan Burleanu

Nazionalità: Romena
Data di nascita: 1 luglio 1984
Presidente federale dal: 2014

• Figlio di un ex calciatore – suo padre Gheorghe Burleanu vanta più di 350 presenze in massima divisione – Răzvan Burleanu ha praticato il calcio a livello giovanile.

• A 19 anni ha intrapreso gli studi accademici, laureandosi in Scienze Politiche presso la Scuola Nazionale di Studi Politici e Amministrativi di Bucarest al termine di numerosi master coronati da una tesi di dottorato.

• Burleanu ha lavorato per le autorità municipali di Bacau, per il parlamento romeno e per l'amministrazione della presidenza romena. "E' l'inizio di una nuova era per la Federcalcio romena - ha dichiarato dopo la sua elezione -. Assicuro a tutti che otterremo ottimi risultati sia a livello manageriale che sportivo. Vogliamo centrare con la regolarità la qualificazione per le fasii finali dei tornei internazionali ed essere fieri di essere romeni".

Segretario generale

 

Radu Visan

Radu Visan

Nazionalità: rumena
Data di nascita: 14 gennaio 1981
Segretario generale dal: 2015

• Radu Visan si laurea in Scienze Politiche e Amministrative alle università di Bucarest e Ploesti, e consegue due master in scienze politiche e manageriali presso l'Università Nazionale di Studi Politici e Ammministrazione Pubblica presso l'Università di Bucarest. Nel 2016 inizia a collaborare come consigliere nell'unità degli affari di integrazione europea e esteri presso l'amministrazione locale di Ploiești, e successivamente lavora come consigliere centrale per l'amministrazione pubblica.

• Nel marzo 2014 arriva alla federcalcio rumena (FRF) come manager per lo sviluppo istituzionale, aiutando a ridisegnare la missione, la visione e il piano strategico per lo sviluppo del calcio rumeno. E' anche responsabile di tutti gli affari (inclusi gli aspetti finanziari) delle organizzazione internazionali (UEFA, FIFA, etc.) e della società civile.

• Visan diventa segretario generale FRF nel luglio 2015. Coordina tutte le competizioni calcistiche del paese, incluse le paritte della nazionale, oltre al piano strategico per lo sviluppo del calcio rumeno tra il 2015 e il 2020, e si assicura che la FRF contribuisca all'implementazione delle politiche pubbliche per lo sport e della legislazione sportiva rumena.

Info Federazione

  • Fondato: 1909
  • Affiliazione UEFA: 1954
  • Affiliazione FIFA: 1923
  • Indirizzo: House of Football Str. Serg. Serbanica Vasile 12 22186 BUCURESTI
  • Telefono: +40 21 325 0678
  • Fax: +40 21 325 0679

Coefficienti club per paese

PaeseSquadreP.ti
15CroaziaCroazia1/425.250
16AustriaAustria3/424.600
17RomaniaRomania2/523.950
18DanimarcaDanimarca1/422.250
19BielorussiaBielorussia0/419.875
Ultimo aggiornamento: 07/12/2016 08:39 CET

Palmarès delle Nazionali

Nessun titolo vinto

Competizioni nazionali

* CFR 1907 Cluj: 6 punto(i) di penalizzazione
* CS Pandurii Târgu Jiu: 3 punto(i) di penalizzazione
* ACS Poli Timișoara: 14 punto(i) di penalizzazione
* ASA Târgu Mureş: 6 punto(i) di penalizzazione

Classifica finale in attesa di conferma ufficiale
Ultimo aggiornamento: 12/06/2017 15:25 CET