We care about football

Studio UEFA sugli Infortuni nei Club Elite

Studio UEFA sugli Infortuni nei Club Elite
Lo studio UEFA sugli infortuni fornisce dati e trend sugli infortuni nel calcio d'elite ©Getty Images

Calendario

Gli infortuni sono comuni nel calcio, e FIFA, UEFA e le federazioni nazionali si preoccupano tutte della sicurezza dei calciatori. Nel 2001, la UEFA ha lanciato un programma di ricerca con l’obiettivo di migliorare il livello di sicurezza dei giocatori nelle sue competizioni e per contribuire al più vasto processo di apprendimento sugli infortuni nello sport. Questo progetto, lo Studio UEFA sugli Infortuni nei Club Elite (in Inglese), è stato condotto per oltre un decennio con l'aiuto dei maggiori club impegnati in UEFA Champions League e altre competizioni e i risultati sono stati pubblicati con regolarità su riviste scientifiche come il British Journal of Sports Medicine.

Gli obiettivi dello Studio Infortuni UEFA per Club Elite sono i seguenti:

• Valutare i rischi di infortuni e le circostanze degli infortuni stessi tenendo in considerazione l’esposizione durante sedute di allenamento e partite

• Analizzare campioni di infortuni e la serietà degli infortuni stessi

• Comparare rischi infortuni e campioni di infortuni con anni precedenti dello studio

• Contribuire al già esistente database UEFA sugli infortuni, e monitorare trend sul rischio di infortuni e campioni di infortuni nel tempo

Uno degli obiettivi iniziali del programma di ricerca era quello di monitorare il carico crescente di lavoro per i calciatori professionisti e di valuare la correlazione tra questo carico di lavoro e gli infortuni. In altre parole, lo studio sui possibili effetti del ‘giocare troppo’. Questo obiettivo è rimasto, ma lo studio da allora ha coperto una vasta gamma di argomenti diversi come gli effetti del giocare su una superficie artificiale, le occasioni nel corso dei 90 minuti di gioco in cui gli infortuni sono maggiormente presenti, e se il rischio di infortuni per giocatori sia maggiore in certi periodi della stagione.

All’inizio della stagione 2014/15, 36 club hanno partecipato a uno studio e tutte tranne una delle quattro semifinaliste di UEFA Champions League dalla stagione 2001/02 hanno consegnato dati, rendendolo uno vero studio scientifico sullo sport di elite.

Raccolta dati
La raccolta dati avviene tramite formulari standardizzati che tutti club partecipanti devono compilare con dati sugli infortuni in allenamenti e partite da inviare ogni tre giorni a Football Research Group, compagnia svedese capeggiata dall’esperto di infortuni e vice-presidente della Commissione Medica UEFA , il Professor Jan Ekstrand.

L’infortunio è per definizione ogni danno fisico che capita durante l’attività calcistica (partite o allenamenti) che porta un giocatore ad essere impossibilitato a partecipare a pieno ritmo a future sessioni di allenamento o partite.

Tutti i club partecipanti ricevono a metà stagione e a fine stagione una relazione che mostra i trend sugli infortuni durante la stagione e li compara con le stagioni precedenti, mostrando anche la loro situazione infortuni in confronto a quelli di altri club dello studio (elencati anonimamente). Ciò permette ai club di analizzare le loro performance e fare aggiustamenti quando necessario. Utile in questo settore è anche il riassunto 'ricerca dell’eccellenza' inviato a tutti i club con consigli e tecniche condivisi per provare ad accrescere la competenza in materia.