La IFAB allarga le consultazioni

L'International Football Association Board (IFAB), riunitosi a Edimburgo, ha deciso di allargare le consultazioni con le parti in causa per migliorare il proprio processo decisionale.

An additional assistant referee in UEFA Champions League action
An additional assistant referee in UEFA Champions League action ©Domenic Aquilina

L'autorità legiferante del calcio, l'International Football Association Board (IFAB), ha deciso di allargare le consultazioni con le parti in causa per migliorare il proprio processo decisionale.

La IFAB, che comprende l'organo di governo mondiale del calcio e le quattro federazioni britanniche – Inghilterra, Scozia, Irlanda del Nord e Galles – si è riunita sabato a Edimburgo per il suo 127esimo incontro annuale.

"In seguito alla proposta di "autoriforma" inoltrata dalla FIFA al Congresso 2011, la IFAB ha rilasciato un comunicato al termine dell'incontro nel quale ha citato "una lunga e dettagliata analisi che ha coinvolto le quattro federazioni britanniche e la FIFA".

"La composizione della IFAB rimarrà inalterata, ma verrà avviato un processo di consultazione più ampio con le parti in causa per informarle più approfonditamente e per migliorare il processo decisionale, in modo da garantire maggiore trasparenza. La presentazione del progetto ai sei segretari generali delle confederazioni si è svolta il 26 febbraio a Zurigo, mentre quella ufficiale avrà luogo al Congresso FIFA del 2013, in programma il 30 e 31 maggio alle Isole Mauritius".

Per garantire consultazioni più articolate, la IFAB ha accolto la richiesta di formare due nuovi panel consultivi - un panel tecnico formato da esperti mondiali in materia arbitrale e un panel calcistico formato da circa 20 ex giocatori, ex allenatori, tecnici in attività e direttori tecnici della FIFPro e delle confederazioni.

La IFAB ha anche ricevuto una relazione sugli assistenti arbitri supplementari, il cui ruolo è stato inserito all'interno del Regolamento del Gioco in seguito alla decisione IFAB dello scorso luglio e che vengono utilizzati nelle principali competizioni UEFA per club e in numerosi tornei nazionali in Europa a seguito della positiva introduzione effettuata la scorsa estate a UEFA EURO 2012 in Polonia e Ucraina. Il sistema prevede l'introduzione di due assistenti arbitri supplementari sulle linee di fondo il cuo compito è quello di monitorare tutto ciò che accade all'interno delle aree di rigore. Alla IFAB è stato inoltre comunicato un aggiornamento sul progetto legato alla tecnologia per scongiurare i gol-fantasma e a tal proposito la IFAB ha concordato sul fatto che gli organizzatori di ogni singola competizione dovranno decidere in autonomia se utilizzare questo tipo di tecnologia solo in determinate partite o in tutte le gare del torneo in questione.

In relazione al Regolamento del Gioco, la IFAB ha approvato una riformulazione di quanto espresso nella Regola 11 in merito al fuorigioco e all'interpretazione del Regolamento del Gioco. La IFAB ha concordato sul fatto che l'attuale formulazione non è sufficientemente precisa nel passaggio inerente a "interferire con un avversario/trarre vantaggio".  La modifica al Regolamento del Gioco entrerà in vigore il 1 luglio 2013.

Infine, è stata presentata una relazione in merito alla Regola 4 e all'equipaggiamento dei giocatori, con particolare riferimento alle coperture per il capo, con l'obiettivo di dare il via a un periodo di prova non obbligatorio. La IFAB ha ribadito che una decisione definitiva verrà presa durante l'assemblea generale del prossimo anno. La richiesta di modifica della Regola 8 (inizio e ripresa del gioco: "La Palla Contesa") è stata posticipata per permettere ulteriori consultazioni e la nuova proposta verrà presentata all'assemblea generale IFAB del 2014.