Il messaggio di solidarietà di Trondheim

Nel corso della Supercoppa UEFA di Trondheim verrà inviato un forte messaggio di pace e solidarietà in favore dei civili vittime dei bombardamenti, con due bambini disabili rifugiati che accompagneranno i capitani delle squadre in campo.

©UEFA

Il calcio si schiera contro il bombardamento sui civili nella cerimonia prima della Supercoppa UEFA di martedì tra Real Madrid e Siviglia a Trondheim.

Durante la finale tra i rispettivi vincitori 2015/16 di UEFA Champions League e UEFA Europa League, verrà inviato un forte messaggio di pace e solidarietà alle vittime civili dei bombardamenti di tutto il mondo.

Durante la cerimonia pre partita al Lerkendal Stadion, i capitani delle due squadre entreranno in campo insieme a due bambini profughi e diversamente abili – uno dell'Afghanistan e uno della Siria – che hanno trovato rifugio in Norvegia. I quattro porteranno insieme in campo la coppa della UEFA Champions League e della UEFA Europa League.

La UEFA Foundation for Children sta lavorando insieme all'ente Handicap International - che difende i diritti dei disabili in tutto il mondo, ne migliora le condizioni di vita e li aiuta a integrarsi nella società. La fondazione supporta la nuova campagna di Handicap International "Stop Bombing Civilians", che chiama al rispetto delle leggi internazionali nel vietare il coinvolgimento in guerra di civili ed edifici pubblici in cui a perdere la vita in molti casi sono soprattutto i bambini.

L'evento di Trondheim segnerà il lancio di una vasta campagna informativa organizzata dalla Handicap International volta a sensibilizzare l'opinione pubblica contro l'uso su larga scala di armi esplosive in zone densamente popolate. Verrà mostrato un video promozionale negli schermi dello stadio a fine primo tempo per lanciare la campagna "Stop Bombing Civilians". Il giovane cantante norvegese, Henrik Fuglem, canterà la celebre canzone dei Beatles "All You Need is Love" durante la cerimonia pre partita per sottolineare il messaggio di pace.

Questa iniziativa fa parte del costante impegno della fondazione UEFA nell'assistenza dei bambini coinvolti nei conflitti per quel che riguarda la salute, l'istruzione, l'accesso allo sport, la crescita personale, l'integrazione sociale e la protezione dei diritti dei bambini. La UEFA, la federcalcio norvegese (NFF), il comitato organizzativo locale della Supercoppa UEFA di Trondheim, il Real Madrid e il Siviglia hanno dato il loro pieno appoggio alla manifestazione di martedì.

"È un grande onore per noi ospitare questa partita in cui giocano le migliori squadre europee", ha detto il portavoce della NFF, Leif Ivar Akselvoll. "Questa partita e la sua cerimonia di apertura manderanno un messaggio di pace accendendo i riflettori sui bambini - il futuro del mondo - e sottolineando l'importanza del calcio nell'integrazione sociale. In questo senso ci allineiamo alla campagna avviata da Handicap International".

Handicap International sta chiedendo alla comunità internazionale dal 2011 di opporsi all'uso di armi esplosive in zone abitate. "L'uso di armi esplosive in zone abitate è inaccettabile", ha detto l'amministratore delegato di Handicap International, Manuel Patrouillard. "Bombardare i civili non è guerra; è un crimine. Vi è un urgente bisogno di proteggere le popolazioni civili e costringere le parti belligeranti a rispettare il diritto umanitario internazionale".

Trondheim è la prima sede norvegese a ospitare un grande evento di calcio europeo. La cerimonia di apertura, ideata dall'agenzia polacca Platige Image e dal coreografo di fama mondiale Waldek Szymkowiak, vedrà la partecipazione di artisti locali, 120 dei quali provenienti da squadre di calcio del posto, e i restanti della scuola di ballo "Let's Dance" di Trondheim. Oltre al messaggio di pace quindi la cerimonia avrà uno spiccato accento norvegese.