Accordo di cooperazione UEFA/UE

"Il legame è più forte che mai", ha dichiarato il Presidente UEFA Michel Platini dopo lo storico accordo di cooperazione stipulato tra l'organo di governo del calcio continentale e la Commissione Europea.

©European Commission

La UEFA e la Commissione Europea, nella giornata di oggi hanno siglato uno storico accordo, volto a favorire il dialogo tra i due organismi europei. Il Presidente UEFA Michel Platini, il presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, e il commissario europeo per lo sport, Androulla Vassiliou, si sono incontrati questo pomeriggio presso la sede della commissione a Bruxelles, per dare il via all'Accordo per la Cooperazione che fissa le basi per una cooperazione formale tra UEFA-EC.

L'Accordo per la Cooperazione è stato siglato proprio durante il 60esimo anniversario della UEFA. Il patto consolida l'impegno congiunto delle organizzazioni di cooperazione strutturate in settori politici chiave, e sottolinea il forte impegno della UEFA nel continuare a lavorare con la Commissione e altri organismi pubblici nazionali ed europei. La UEFA è lieta che la Commissione condivida la sua visione per il futuro del calcio europeo e sostenga pienamente le sue principali iniziative, compresa l'attuazione del Fair Play Finanziario.

Il Presidente UEFA Michel Platini ha dichiarato: “Abbiamo percorso una lunga strada nel nostro rapporto con la Commissione Europea e il presente Accordo per la Cooperazione è la prova che il nostro legame è più forte che mai. Con il maggiore supporto della Commissione Europea, intensificheremo la nostra lotta per salvaguardare l'etica dello sport e la promozione del buon governo. Lavorando insieme, faremo in modo che il calcio sia in grado di superare le numerose sfide che deve affrontare, sia che si tratti di discriminazione, partite truccate, proprietà di terze parti di giocatori, o di violenza".

"La UEFA è inoltre soddisfatta sia dell'impegno della Commissione Europea a cooperare per la promozione del calcio di base, che per il sostegno nell'attuazione del processo di fair play finanziario, che garantirà al calcio una crescita e prosperità negli anni a venire. Sono molto orgoglioso di questo accordo per la cooperazione, e credo che arrivi in un momento cruciale per il calcio europeo".

Androulla Vassiliou, il commissario europeo responsabile dello sport ha detto: "Questo accordo è un significativo passo in avanti nella nostra cooperazione con la UEFA, partner importante per la Commissione europea nel suo dialogo con il mondo dello sport. Sono lieto che proprio durante il mio mandato, la Commissione abbia rafforzato i suoi legami con la UEFA, lavorando fianco a fianco su un'ampia gamma di questioni che riguardano il calcio.

"Il nostro obiettivo è sempre stato quello di mantenere la stabilità nel mondo dello sport professionistico, apprezzando la sua specificità, nel pieno rispetto del diritto comunitario. Siamo anche impegnati a massimizzare l'impatto che lo sport può avere sulla società, come un catalizzatore per il cambiamento sociale in settori quali la tutela della salute e la parità dei sessi. Abbiamo lavorato bene con la UEFA in passato su questi temi e questo accordo assicura che la nostra stretta collaborazione continuerà".

L'Accordo per la Cooperazione impegna le due organizzazioni a regolari riunioni bilaterali, e include un obiettivo di tenere riunioni a livello senior, almeno una volta l'anno. Al fine di promuovere ulteriormente il ruolo sociale dello sport, e in particolare in relazione alla salute e all'attività fisica, l'accordo prevede anche la collaborazione tra la Commissione Europea e la UEFA nel contesto della Settimana Europea dello Sport.