La UEFA incontra i gruppi di tifosi

La UEFA ha incontrato i rappresentanti delle tifoserie presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon, in Svizzera, nell'ambito di un dialogo continuo con i tifosi.

©UEFA.com

La UEFA ha incontrato i rappresentanti delle tifoserie presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon, in Svizzera, nell'ambito di un dialogo continuo con i tifosi.

La UEFA è stata rappresentata al meeting annuale dal Presidente Michel Platini, dal consigliere del Presidente UEFA William Gaillard e i membri dell'amministrazione UEFA. I gruppi di tifosi erano rappresentati da Football Supporters Europe (FSE), Supporters Direct (SD) Europe e dal Centre for Access to Football in Europe (CAFE). Tutte e tre le associazioni ricevono un sostegno e un riconoscimento specifico da parte della UEFA.

"Il nostro lavoro insieme è molto positivo ma siamo sempre consapevoli di poter fare di meglio - ha detto Michel Platini nel suo discorso introduttivo -. E' molto importante per noi per cercare soluzioni ai problemi che affrontiamo nel calcio. Sono anche io un tifoso, questo è di vitale importanza per la grande famiglia del calcio".

I gruppi di tifosi hanno presentato le loro attività e hanno parlato dei lavori futuri. Questioni di rapporti tra tifosi, licenze per club, accesso agli stadi di UEFA EURO 2016 e questioni disciplinari sono stati tra i punti all'ordine del giorno, con i tre organismi che hanno proposto diverse misure per il miglioramento.

La UEFA ha ringraziato i gruppi per il loro lavoro di comprensione e trasmissione di opinioni, esigenze e preoccupazioni dei tifosi di calcio a livello europeo, assicurando un impegno costante a continuare in questa direzione per dare forma al calcio del futuro e suggerire idee preziose.